ULTERIORI MISURE PER LA PREVENZIONE E GESTIONE SITUAZIONE EP

 

ORDINANZA SINDACALE n 11 del 06/05/2020

Ulteriori misure per la prevenzione e gestione situazione epidemiologica Covid -19. Obbligo di Mascherine- disposizioni in tema di asporto e consegna a domicilio. Nuove disposizioni.

IL SINDACO

Visto il Decreto Legge del 23 febbraio 2020, n. 6 recante "Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19";

Visto il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 23 febbraio 2020;

Vista la circolare della Prefettura di Agrigento COVID-19 n. 1/2020;

Visti i DPCM 22 marzo 2020, DPCM10 aprile 2020;

Richiamato il DPCM 26 aprile 2020, che, con decorrenza dal 4 maggio 2020 e fino al 17 maggio, ha introdotto misure in sostituzione di quelle previste dal citato DPCM 10 aprile 2020 sia consentendo la riapertura di numerose attività commerciali e produttive, sia ampliando le possibilità degli spostamenti sul territorio, disponendo, in particolare, che; "a) sono consentiti solo gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità' ovvero per motivi di salute e si considerano necessari gli spostamenti per incontrare congiunti purché' venga rispettato il divieto di assembramento e il distanziamento interpersonale di almeno un metro e vengano utilizzate protezioni delle vie respiratone in ogni caso,

Vista l'Ordinanza del Presidente della Regione Sicilia n.18 del 01/05/2020 con la quale si recepivano le disposizioni nazionali con misure specifiche di attuazione e quindi venivano autorizzate, anche le attività di ristorazione come; ristoranti, gelaterie, pasticcerie, bar e pub solo con asporto o consegna a domicilio, con l’obbligo di rispettare la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro, il divieto di consumare i prodotti all’interno dei locali e di sostare nelle immediate vicinanze degli stessi:

che alla graduale ripresa delle attività e della conseguenziale mobilità sul territorio, occorre dunque predisporre adeguate misure precauzionali, a tutela degli operatori e degli utenti e assicurare l’utilizzo, indifferenziato e generalizzato su tutto il territorio regionale, dei dispositivi di protezione individuale dì cui all’art.16 del decreto legge n. 18/2020 (cd. mascherine);

SONO CONSENTITE, con i seguenti limiti di orario :dalle ore 7:00 alle 20:00 per le vendite da asporto e senza limitazioni di consegna anche al di fuori del territorio comunale per le attività di bar, pub e pasticcerie, mentre senza limitazioni orarie o territoriali per le altre attività di ristorazione. Tutte queste attività dovranno essere svolte, nel rispetto delle norme igienico-sanitarie nelle diverse fasi di produzione, confezionamento, trasporto e consegna dei cibi osservando eventuali protocolli di sicurezza stabiliti;


 

È disposta la chiusura al pubblico nei giorni domenicali di tutti gli esercizi commerciali attualmente autorizzati fatta eccezione per le farmacie e per le edicole

Per la sola domenica 10 maggio 2020, FESTA DELLA MAMMA, sarà consentita

-1 apertura del cimitero comunale dalle ore 8:30 alle ore 13:00 ;

- la vendita e il servizio a domicilio di prodotti florovivaistici

Ritenuto, nel rispetto delle norme sopra richiamate delle misure di contenimento dell’emergenza Covid- 19. di determinare nuovi orari di apertura del Villaggio della Gioventù al fine di consentire l’acceso al pubblico per l’esercizio di attività motoria;

E consentito svolgere individualmente attività motoria all'aperto, ove compatibile con l'uso obbligatorio della mascherina (in forma individuale, ovvero con accompagnatore, per i minori o le persone non completamente autosufficienti), comunque con l’obbligo, se si rimane in scia, di mantenere una distanza di 5 metri se si cammina a 4 Km/h nella stessa direzione di marcia, di 10 metri se si corre o pedala lentamente a 14.4 Km/h (equivalente a 4’ 10" al chilometro) e di 20 metri alla velocità di 30 km/h. Ovviamente in quest'ultimo caso ci si riferisce solo ai ciclisti.

Il Villaggio della Gioventù sarà accessibile al pubblico dal Lunedi al Sabato dalle ore 7,00 alle ore 13,00 e dalle ore 16,00 alle ore 20,00;

Ritenuto, nel rispetto delle norme sopra richiamate delle misure di contenimento dell’emergenza Covid- 19, di ribadire l'invito alla cittadinanza di limitare le uscite solo a esigenze lavorative, situazioni di necessità, motivi di salute;

ORDINA

Per quanto sopra

Con decorrenza dal 6 maggio 2020 e fino al 17/05/2020, ferme restando le misure statali e regionali vigenti, sul territorio regionale si osservano le seguenti ulteriori disposizioni

E' fatto obbligo di utilizzo dei dispositivi di protezione individuale di cui all’art. 16 del decreto legge n 18/2020 (cd mascherine) nelle aree pubbliche ed aperte al pubblico del territorio comunale, sui mezzi di trasporto pubblico locale, nei servizi non di linea taxi e noleggio con conducente fermo restando l’obbligo di mantenere sempre la distanza sociale; Non sono soggetti all'obbligo i bambini al di sotto dei sei anni, nonché i soggetti con forme di disabilità' non compatibili con l’uso continuativo della mascherina In tali ultimi casi, laddove possibile, ne è comunque raccomandato I 'utilizzo sotto stretta sorveglianza dei soggetti allo scopo titolati;

che l'ingresso negli esercizi commerciali, farmacie, uffici pubblici, postali o altro luogo è consentito solo se si indossano i dispositivi di prevenzione individuale ( mascherine e guanti);

SONO CONSENTITE con i seguenti limiti di orario :dalle ore 7:00 alle 20:00 per le vendite da asporto e senza limitazioni di consegna anche al di fuori del territorio comunale per le attività di bar, pub e pasticcerie, mentre senza limitazioni orarie o territoriali per le altre attività di ristorazione. Tutte queste attività dovranno essere svolte, nel rispetto delle norme igienico-sanitarie nelle diverse fasi di produzione, confezionamento, trasporto e consegna dei cibi osservando eventuali protocolli di sicurezza stabiliti:

E' consentito svolgere individualmente attività motoria all'aperto, ove compatibile con l’uso obbligatorio della mascherina (in forma individuale, ovvero con accompagnatore, per i minori o le persone non completamente autosufficienti), comunque con l’obbligo, se si rimane in scia, di mantenere una distanza di 5 metri se si cammina a 4 Km/h nella stessa direzione di marcia, di 10 metri se si corre o pedala lentamente a 14,4 Km/h (equivalente a 4’ 10" al chilometro) e di 20 metri alla velocità di 30 km/h. Ovviamente in quest'ultimo caso ci si riferisce solo ai ciclisti.


SI DISPONE

Che la presente ordinanza venga resa nota a tutta la cittadinanza, tramite affissione all’ Albo Pretorio e Sito Internet del Comune;

Che il presente provvedimento venga trasmesso, alla Stazione dei Carabinieri di Raffadali, al Comando di Polizia Municipale.

La mancata osservanza degli obblighi di cui alla presente Ordinanza comporta le conseguenze sanzionatone previste daH’art.650 del Codice penale, se il fatto non cos i uisc reato più grave.

Raffadali 06/05/2020
Il Sindaco
(Avv. Silvio Cuffaro)
 

Comune di Raffadali - Via Nazionale, 111 - P.I. 00215640848

Powered by www.ion.it