DALL’ANNO DI IMPOSTA 2020 IN VIGORE LA NUOVA IMU

 

DALL’ANNO DI IMPOSTA 2020 IN VIGORE LA NUOVA IMU

 

Con l'approvazione della Legge n.160/2019 (Legge di Stabilità per l'anno 2020) il 1° gennaio è entrata in vigore la nuova Imposta Municipale Propria - IMU.

Il Consiglio Comunale con deliberazione n. 13 del 26/06/2020, ha approvato il regolamento comunale IMU e le nuove aliquote in vigore dal 1° gennaio 2020.

Per semplicità di applicazione si evidenzia che le nuove aliquote, sulla scorta di quanto previsto dalla legge n.160/2019, derivano dall'accorpamento delle aliquote IMU e TASI utilizzate nel 2019, in quanto dal 2020 la Tasi non è più dovuta.

Sono previste due rate le cui scadenze sono così stabilite:

 

PRIMA RATA IN ACCONTO 16 GIUGNO 2020

SECONDA RATA A SALDO 16 DICEMBRE 2020

 

Resta in ogni caso nella facoltà del contribuente provvedere al versamento dell’imposta complessivamente dovuta in un’unica soluzione annuale, da corrispondere entro il 16 giugno 2020.

Si ricorda infine che chi non versa l’imposta entro le scadenze previste, può regolarizzare la propria posizione avvalendosi del "ravvedimento operoso".

 

LE NUOVE ALIQUOTE IMU 2020

FATTISPECIE

ALIQUOTA

DETRAZ

RIDUZIONE

Aliquota ordinaria

10.60 per mille

 

 

Abitazione principale (con eccezione categorie catastali A1, A8 e A9) e le pertinenze (una per ogni categoria comprese tra C/2, C/6 e C/7)

esente

 

 

Immobile ad uso abitativo posseduto da anziani che acquisiscono la propria residenza in istituti di ricovero (ad eccezione categorie catastali A1, A8 e A9) e le pertinenze (una per ogni categoria comprese tra C/2, C/6 e C/7).

esente

 

 

Unità immobiliari, fatta eccezione per quelle classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9, concesse in comodato dal soggetto passivo ai parenti in linea retta entro il primo grado che le utilizzano come abitazione principale, di cui all’articolo 9, comma 6, del decreto legislativo 14 marzo 2011, n. 23

10.60 per mille

 

50% della base imponibile a condizione che il contratto sia registrato.

Abitazione principale solo categorie A/1, A/8 e A/9 e le pertinenze (una per ogni categoria comprese tra C/2, C/6 e C/7)

5 per mille

€ 200

 

Immobili produttivi categoria D tranne di D/10

10.60 per mille (di cui 7.60 per mille   stato cod. 3925 e 3.0 per mille incremento comune cod. 3930)

 

 

Fabbricati di interesse storico o artistico.

Fabbricati dichiarati inagibili o inabitabili.

10.60 per mille

 

50% della base imponibile

Aree edificabili

10.60 per mille

 

 

Fabbricati rurali ad uso strumentale

1 per mille

 

 

 

Il pagamento dell’imposta deve essere effettuato con modello F24.

Il codice Ente da indicare sul modello F/24, per il Comune di Raffadali è H159.

I codici tributo sono:

· 3912 abitazione principale (solo cat. A/1, A8 e A9);

· 3914 terreno agricolo (per il Comune di Raffadali non è dovuta);

· 3916 aree fabbricabili;

· 3918 altri fabbricati;

· 3925 immobili ad uso produttivo classificati nel gruppo catastale “D” Stato;

· 3930 immobili ad uso produttivo classificati nel gruppo catastale “D” incremento Comune.

 

I contribuenti residenti all’estero possono pagare l’imposta riservata al Comune di Raffadali con bonifico indicando nella causale le stesse informazioni che sono nel mod. F/24.

IBAN: IT55 M076 0116 6000 0001 9040 294 codice BIC/SWIFT BPPIITRRXXX.

 

Per le aree fabbricabili: la base imponibile è costituita dal valore attribuito con delibera di Giunta comunale dell’anno di imposizione in assenza si può fare riferimento la delibera Giunta Comunale n° 45 del 30/04/2018.

Per i terreni agricoli non è dovuta l’IMU. La Legge di Stabilità 2016 ha normalizzato l'esenzione dall'IMU prevista per i terreni agricoli ricadenti in aree montane o di collina si applica sulla base dei criteri individuati dalla circolare del Ministero delle finanze n. 9 del 14.6.’93.

Il versamento dell’I.M.U. non è dovuta quando l’importo cumulativo annuale dell’imposta, non supera € 10.00.

 

N.B. le suddette informazioni possono subire variazioni per effetto di sopravvenute norme statali e regolamentari vincolati, dovute anche a causa dell’emergenza in corso coronavirus.

 

Raffadali 06/11/2020                        

                                                           IL FUNZIONARIO RESPONSABILE DELL’IMPOSTA

                                                                                   Dr. Giovanni Maragliano

 

 

 

Per ottenere ulteriori informazioni è possibile contattare l’Ufficio Tributi Comunale (Via Pezzalonga, 2 - 92015 Raffadali) tel. 0922475900 – PEC pec@comuneraffadali.it ), oppure collegarsi al sito web www.comune.raffadali.ag.it . Orari d’ufficio: dal Lunedì al Venerdì: 10.30 – 14.00 giovedì 16.00-18.30

 

 

Comune di Raffadali - Via Nazionale, 111 - P.I. 00215640848

Powered by www.ion.it